In Primo Piano

ASCOLTARE E’ DARE ATTENZIONE

Inviato da:

L’ascolto è un’azione attiva, non passiva; per ascoltare non è sufficiente che le nostre orecchie odano dei suoni; è esperienza comune infatti non udire una persona che ci chiama, o alcune frasi di un discorso quando siamo sovrapensiero o distratti.
Per poter ascoltare dunque occorre essere presenti.
L’ascolto è strettamente connesso all’attenzione e alla comprensione.

Ascoltare significa creare uno spazio di apertura, di disponibilità all’altro, di accettazione, un vuoto di giudizi, un vuoto di pensieri. Già: infatti se la mia mente è colma di pensieri, di risposte da dare, di cose da dire, le mie orecchie automaticamente si chiudono all’esterno, hanno già da fare ad ascoltare all’interno.

Ascoltare poi non è solo con le orecchie (anche se già sarebbe un buon inizio). Si ascolta davvero l’altro con tutto il corpo che, in un atteggiamento di quiete, di benevolenza, di rilassamento permette a ogni cellula di assorbire le parole dell’altro, di farle entrare, di “sentire” con tutti i sensi le parole dell’altro e anche lo spazio tra quelle parole, anche quello che non viene detto…

Esiste una classificazione in letteratura che differenzia i livelli di ascolto dal più negativo sino al più positivo, come segue: ascolto giudicante/aggressivo, ascolto apatico/passivo, ascolto a tratti, ascolto attivo, ascolto empatico, ascolto simpatetico.

Nella mia esperienza l’ascolto più bello, vero e utile (per quanto possa essere difficile da incontrare) è quello che non vuole dire nulla indietro, che rinuncia a consigliare, consolare, trovare soluzioni, l’ascolto come puro atto creativo di dare attenzione neutrale all’altro, un riversare nell’altro energia, che è consapevolezza e genera consapevolezza.

A questo proposito, non me ne vogliano gli etimologisti, mi piace pensare che la radice etimologica del termine ‘ascoltare’, dal latino: ‘auris’, sia la stessa di ‘oro’, cioè: ‘aurum’, e di ‘oro’, cioè: ‘io prego’.
L’ascolto allora è quell’azione sacra in grado di generare consapevolezza ed espandere la coscienza, sia in chi parla che in chi ascolta; è un atto nobile che porta ricchezza, proprio come una preghiera silenziosa che contiene in sè già tutte le risposte.

Franca Soavi

Approfondimenti: Leadership etica 7 settembre h.8,00/13,00

https://www.facebook.com/events/364248247534939/
https://www.spazioinfinito.net/event/7-settembre-leadership-etica/

0
  Articoli collegati

Aggiungi un commento