Autore Archivio

#iostoacasa

Inviato da:

Osservare non è capire.

Osservare non è giustificare, interpretare.

Osservare è spalancare le braccia

e stare faccia a faccia con ciò che è.

E’ far straripare il cuore

e lasciarlo mescolarsi al mondo.

Osservare è accogliere con ogni cellula,

accettare nella carne.

Osservare non è un pensiero,

è immersione nella Vita,

dilatarsi del Presente, nel Presente.

Osservare è onestà.

Stare qui, con la paura, con l’orrore,

con l’angoscia.

Non voler eludere, scappare. Ma stare.

Io scelgo di osservare.

Io scelgo di stare

a casa nel mio corpo,

dentro alle emozioni che provo

e sentire la mia vita

che così ora ...

Leggi Tutto →
0

IL TUFFO

Inviato da:

Quando il fare frenetico rallenta

fino a fermarsi,

e i rumori assordanti

si fanno brusii lontani,

tutta la Vita che credevo fuori

la ritrovo di colpo tutta dentro.

Un ritmo nuovo emerge,

prorompente, imponente,

un ritmo che accade

senza di me,

un ritmo che io posso testimoniare,

ma che non mi è dato dirigere,

nè controllare.

Un nuovo mondo avanza

e scivola davanti al mio sguardo,

sostituendosi al vecchio,

che esce di scena come una pagina

voltata dal vento.

Un suono nuovo mi avvolge,

mi invita all’ascolto.

Ed io mi ritrovo a un bivio:

penso e sto nel Tempo,

o faccio il ...

Leggi Tutto →
0

Crescere in autonomia

Inviato da:

In ogni situazione, anche nella più apparentemente negativa, mi piace scegliere di osservare l’opportunità, l’insegnamento nascosto, il dono, secondo il principio buddista del “trasformare il veleno in medicina” (giapp: hendoku-iyaku).

Ogni crisi può essere madre di creatività, cambiamento, trasformazione, innovazione. E a ben vedere di fatto lo è sempre.

Proprio quando si è nel bel mezzo di una tempesta occorre avere il giusto distacco e la giusta centratura per cogliere l’insieme di una situazione. Un simile approccio non deve nascere però dal ...

Leggi Tutto →
0

NESSUNO MI CAPISCE

Inviato da:

Il desiderio di essere capiti, la necessità profonda che l’altro comprenda un nostro dolore, una difficoltà, un’esigenza, un moto dell’anima, spesso nasconde il bisogno, più o meno consapevole, di essere commiserati, consolati, compatiti, mantenuti in una presunta situazione di svantaggio, che paradossalmente e grottescamente diventa l’orgoglio e la superiorità di un piccolo io incapace di osservare altro che le sue miserie.

“Nessuno mi capisce” diventa allora un inno all’isolamento, una scusa dell’ego per rimanere nell’identità di vittima, per non prendersi ...

Leggi Tutto →
0

Trovare l’Uno nel due

Inviato da:

UNO è Chi siamo veramente, due è ciò che stiamo vivendo.

L’Uno è l’Immanifesto, Dio nella sua totalità, il Sè eterno.

Il due è l’Uno manifestato, l’altro, il mondo, lo specchio, il riflesso, l’ombra della Luce.

Nel Presente l’Uno si rivela e opera attraverso il due.

il Presente è il varco dimensionale verso l’Eterno, il ponte che tocca entrambe le sponde, il respiro infinito, inspiro e ed espiro insieme.

Scorgere l’Uno attraverso il due, ricordarsi dell’Uno…intravvederlo, trovarlo, riconoscerlo e portare anche altri alla stessa scoperta  ...

Leggi Tutto →
0

DI CHI MI FIDO?

Inviato da:

Si sente spesso dire: “Fidati del tuo sentire, del tuo istinto. Lui sa sempre cosa è bene per te”.
Mmh, sì, è vero, ma per potersi fidare del proprio sentire occorrono almeno due pre-requisiti:
1) che tu senta davvero qualcosa (sentire non è pensare o credere!)
2) che ciò che senti sia reale, e non la conseguenza dei tuoi condizionamenti, paure o aspettative. Reale cioè proveniente dal tuo cuore (anima), non dal pensiero, nè tuo nè collettivo, nè dalla fantasia.

Un ...

Leggi Tutto →
0

IL MIO CANE, IL MIO MAESTRO

Inviato da:

Vivere con uno o più animali, nel rispetto e nell’ascolto delle loro identità, è una esperienza oltre che meravigliosa e appagante, in grado di fare emergere le nostre e altrui parti migliori.

Ad esempio, quando esco a passeggio col mio cane mi piace tanto utilizzare quel tempo come una vera e propria meditazione, un’occasione unica e speciale per stare con lui in un modo più profondo, più vero e, grazie alla presenza che si crea tra di noi, per centrarmi, ...

Leggi Tutto →
0

TROPPO CARO PER ME

Inviato da:

La ricchezza è prima di tutto una questione interiore, si tratta di sentirsi benedetti dal Cielo, tranquilli e sicuri che qualunque bisogno e desiderio dell’anima sarà senz’altro soddisfatto in un modo o nell’altro.

Ci sono persone che non possiedono molti beni materiali o denaro, ma che emanano una sorta di tranquillità, di compostezza, di signorilità, un’eleganza e una classe indipendente dal loro status sociale o dal loro conto in banca. Queste persone sono ricche, si percepisce la loro generosità, la loro ...

Leggi Tutto →
0

TUTTO E’ PERFETTO. CREDO, FINZIONE O OBIETTIVO?

Inviato da:

La frase tutto è perfetto ha creato una quantità di danni inenarrabili nel settore cosiddetto spirituale ed è divenuta vessillo di individui depressi e irresponsabili.

Dire che il mondo è perfetto e non agire è da imbecilli e porta come conseguenza il fatto che non serve fare nulla poiché le cose vanno già bene così; ma in un universo, se non c’è un continuo apporto di energia tale da produrre un lavoro in grado di far cambiare le cose, non ci ...

Leggi Tutto →
0

La spada e il fiore di ciliegio

Inviato da:

L’arte del massaggio perfetto

Ciò che rende un massaggio perfetto è l’assenza di chi massaggia. Quando ricevi un massaggio il più grande dono che puoi ricevere è sentire che non c’è nessuno a massaggiarti…Chi sceglie di prendersi la grande responsabilità e il grande onore di massaggiare un altro essere umano deve sparire, andarsene, sbarazzarsi della sua mente al 100%. Se tu che ricevi, che sei sdraiato in ascolto, non senti neanche un pensiero provenire dalle mani sul tuo corpo, allora puoi ...

Leggi Tutto →
0
Pagina 1 del 5 12345